Villa Marignana Benetton, dimora estiva dal ‘700 di nobili famiglie veneziane, è oggi sede della Casa-Museo del maestro scultore Toni Benetton, che a partire dalla fine degli anni Sessanta l’adibì a luogo di incontri d’arte e cultura.

La villa divenne anche il luogo di esposizione di molte sue opere e di formazione per appassionati studiosi presso l’Accademia internazionale del Ferro, da lui stesso fondata.
Ancora oggi passeggiando nei saloni e per il parco si respira la stessa atmosfera di fermento artistico dell’epoca.

Al piano terra della villa padronale incontrerete l’ampio salone e i tre suggestivi salotti; al primo piano le stanze e gli ex granai che si affacciano con splendida vista sul giardino e sul parco museo.
Dalla barchessa, incorniciata da grandi oleandri rosa, si accede alla scuderia, dove restano intatte le originali mangiatoie dei cavalli, in pietra d’Istria. L’adiacente cappella gentilizia consacrata dedicata a Sant’Anna, ospita ancora, su richiesta, funzioni religiose. Sarà poi facile perdersi nell’atmosfera bucolica di un tempo, all’ombra del secolare Cedro del Libano posto in giardino.